Recensione: La maga tessitrice di Helena Paoli

Buongiorno lettori! Oggi parleremo di un nuovo romanzo fantasy ovvero “La maga tessitrice” primo romanzo della serie “La figlia del cielo” della giovanissima Helena Paoli.

Titolo: La maga tessitrice. La figlia del cielo
Autrice: Helena Paoli
Editore: Fanucci
Collana: Fantasy
Data di Pubblicazione: gennaio 2019
Pagine: 368
Genere: Fantasy

Trama: Aspasia ha diciotto anni e conduce un’esistenza tranquilla e solitaria, circondata dai libri e dai silenzi di suo padre. Dopo aver subìto un’aggressione, ha costruito un muro per proteggersi dagli altri, ripiegandosi su sé stessa e sul proprio amore per le parole. Per questo, pur essendo dotata di una vivida immaginazione, la ragazza intuisce il mistero all’origine dell’universo solo quando l’enigma si svela davanti ai suoi occhi: esiste un mondo parallelo, e un giovane dai capelli bianchi, di nome Septimus, è arrivato proprio da lì per reclamarla. Intrecciato con la nostra dimensione, c’è l’Altrove, una realtà governata da miti e magia. Lì, nonostante la reggenza del giovane erede imperiale Hadrianus, un dittatore sanguinario regna incontrastato, mentre infuria una guerra millenaria e un gruppo di donne cerca di mantenere l’ordine. Le chiamano Tessitrici, perché capaci di manipolare i fili di cui è intessuto il cosmo. Aracne, la più temuta fra loro, è morta, nel tentativo di restituire la libertà ai sudditi dell’Impero. E adesso Aspasia deve attraversare il velo fra le dimensioni e destreggiarsi nei difficili equilibri di corte per prendere il posto della famosa Maga Tessitrice perché le somiglia terribilmente e quello sembra essere il suo destino… Il primo capitolo de La figlia del Cielo, una saga fantasy intrisa di mito, magia e sentimenti.

Recensione: La protagonista di questa storia è Aspasia, una ragazza di appena diciotto anni che da quando è stata vittima di una terribile aggressione non riesce più a guardare il mondo come prima. Si è chiusa in sé stessa, l’unica cosa che la fa stare meglio è la lettura. Immergersi tra le righe di quelle storie piene di intrighi, magie e battaglie mozzafiato la fa sentire meglio. Questo amore per la lettura è ereditato sicuramente da suo padre, una figura silenziosa e assente mentre sua madre invece, purtroppo, è andata in cielo quand’era solo una bambina. L’unica persona che riesce ancora a strapparle un sorriso è Ham, il suo migliore amico. Aspasia da quando ha subito quell’ aggressione (solamente due anni fa) ogni notte fa dei sogni, sogni brutti e ricorrenti, incubi pieni di orrore. Ogni mattina Aspasia si autoconvince che sono solo sogni, niente di reale e malvagio. Ma allora perché le sembra tutto così terribilmente vero? Così reale da svegliarsi addirittura con le mani sporche di terra, la terra di quell’orribile sogno. La sua realtà viene stravolta quando di un punto in bianco si trova davanti l’affascinante Septimus, un ragazzo che da come si comporta sembra conoscerla benissimo, venuto dal suo Altrove per reclamarla. Ho detto Altrove giusto? A quanto pare ci sono tantissime dimensioni parellele, un sacco di Altrove intrecciati tra loro, che si trovano nello stesso Universo. Septimus, su ordine di Hadrianus, suo fratello maggiore (Hadrianus è anche il futuro erede al trono) deve portare Aspasia nel loro Altrove per curare loro padre, l’imperatore. Ma perché proprio Aspasia? Perché la ragazza che le appariva ogni volta in sogno era Aracne, una delle tessitrici più temute in assoluto. Le tessitrici sono donne che riescono a manipolare i fili di cui è intessuto il cosmo e Aracne è morta nel tentativo di restituire la libertà ai sudditi all’Impero. Adesso Aspasia deve imparare a vivere in questo nuovo mondo e prendere il posto di Aracne, chiamata anche la maga tessitrice, perché le somiglia tantissimo e quello sembra proprio il suo nuovo destino.

Tra ragni, imperatori, golem, mondi paralleli, amori, bugie e segreti prende vita “La maga tessitrice”!

Questo romanzo mi ha colpito davvero molto, sin dalle prime pagine sono riuscita ad entrare immediatamente in sintonia con la storia e i personaggi di essa, tutto grazie alla magica penna di Helena Paoli. Helena sa catturare ed è una cosa fondamentale per uno scrittore, inoltre ha creato un mondo immaginario fantastico. I personaggi, molto diversi tra loro, sono stati caratterizzati davvero bene. Abbiamo Sia (diminutivo di Aspasia) che nonostante venga catapultata in un mondo completamente nuovo è riuscita ad essere forte e lucida. Poi c’è Seth (diminutivo di Septimus) un personaggio che ti cattura immediatamente e infine Hadre (diminutivo di Hadrianus) l’erede al trono freddo e distaccato, un ragazzo misterioso e pieno di segreti. Ed è inevitabile non rimanere affascinata dai due fratelli. Il finale è stato “WOW!” Quindi… non vedo l’ora di leggere il prossimo volume e capire come si evolverà la storia dei nostri amati protagonisti. Se devo usare solo due parole per descrivere questo romanzo userei: Originale ed appassionante!

Consigliatissimo!

Voto: 5/5⭐

P.S. La copertina è meravigliosa!

P.p.s. Attualmente non sono a casa, quindi il post su IG uscirà la settimana prossima.

Allora lettori cosa ne pensate di questo romanzo? Vi ho incuriosito?

Baci, Fede

Precedente Recensione: La signora degli scrittori di Sally Franson Successivo Segnalazione: La maledizione di Solarius di Stefania Siano