Recensione: Bacio di Fuoco di Ilaria Varese

Buongiorno lettori e bentornati sul mio blog, oggi vi parlerò di un romanzo che aspettavo con ansia e che ero super curiosa di leggere ossia… “Bacio di Fuoco” di Ilaria Varese!

Ringrazio la casa editrice e l’autrice per la copia in anteprima e la collaborazione.

Titolo: Bacio di Fuoco – Winter Fè Saga #2

Autrice: Ilaria Varese

Casa editrice: La Corte Editore

Genere: Urban fantasy / Paranormal Romance

Pagine: 480

Prezzo: 18,90 €

Link d’acquisto: Clicca qui!

Trama: Sono trascorsi due mesi da quando Nicholas ha attaccato il branco di Bristol in Tennessee, lasciando dietro di sé una scia di terrore e morte. Per salvarsi, Gwen e Chase sono fuggiti a Los Angeles dove hanno trovato un rifugio sicuro dallo zio Dom. Ricominciare a vivere però non è affatto facile e la mente di entrambi sembra essere occupata da un solo pensiero: la vendetta. Intanto Christian Arden, il potente Alfa di L.A., si mostra molto interessato alla giovane ragazza dai capelli color della luna: fa di tutto per riuscire a incontrarla e conoscerla, tenta di avvicinarla con ogni mezzo, spinto da un’attrazione misteriosa nei suoi confronti. È ormai fine febbraio e c’è un matrimonio alle porte a villa Arden: l’occasione perfetta. Nonostante Gwen non sia dell’umore di partecipare a una festa, si lascia persuadere dal fratello e dallo zio ad andare con loro. La sua speranza è che, presentandosi all’evento, l’Alfa smetta di farle pressioni e la lasci in pace, ma le cose prenderanno una piega completamente diversa. E proprio nel momento in cui la vita sembra tornare a sorriderle, Gwen riceve una telefonata inattesa che la rispedirà dritta sull’orlo del baratro. Ma stavolta non ci sarà nessuno a proteggerla. Stavolta dovrà affrontare le tenebre completamente da sola.

Recensione: Lo scorso anno, esattamente in questo periodo lessi “Luna d’Inverno” ovvero il primo romanzo della “Winter Fè Saga” e rimasi immediatamente stregata dalla storia scaturita dalla magica penna dell’autrice, nonché dai personaggi caratterizzati in modo impeccabile a cui mi sono affezionata pagina dopo pagina. Dopo il finale scioccante di questo romanzo dovevo assolutamente sapere cosa sarebbe successo alla nostra Gwen, alla sua famiglia e ai suoi amici e per fortuna in questi giorni “Bacio di Fuoco” mi ha tenuto compagnia e mi ha fatto decisamente impazzire, in positivo ovviamente!

Il primo romanzo si è concluso con Gwen e Chase che lasciavano la città di Bristol, la loro amata casa, per recarsi a Los Angeles (dallo zio Dom) dopo che Nicholas aveva distrutto in modo irrimediabile le loro vite portandogli via tutto ciò che amavano. Loro padre, i loro amici, il branco…

Che fine hanno fatto Rachel, Micheal, Benjamin, Elliot e Dave? Non sanno assolutamente niente di loro e questo pensiero assilla le loro menti costantemente. Sono morti? Sono vivi? Dove sono? Cosa gli ha fatto quel bastardo di Nicholas? Quello spietato, quel crudele, quel sadico licantropo a cui Gwen vorrebbe staccare la testa per tutto il male che ha provocato a lei e alla sua famiglia. L’unica cosa che desiderano i fratelli Flannigain inizia con la ventiduesima lettera dell’alfabeto. Vendetta. Pura vendetta. Ma Gwen ha perso Roderick… Suo padre era il suo pilastro e senza quest’ultimo si sente sempre sull’orlo di un maledetto baratro. Chase, suo fratello, è l’unica ancora che riesce a tenerla appesa alla realtà, colui che non si fermerebbe davanti a niente e nessuno. Chase era pronto a pianificare la loro vendetta già solo il giorno dopo la terribile tragedia ma purtroppo si è beccato uno schietto e sonoro “No” da parte dell’Alfa del grande branco di Los Angeles, che ricordiamo ha dato la sua protezione ai fratelli Flannigain. Il fratellone di Gwen è entrato da poco nel branco di LA e purtroppo deve sottostare al suo Alfa ma è determinato, in qualche modo lui e sua sorella riusciranno a: convincere Arden, attaccare Nicholas e avere la loro vendetta. Forse l’unico modo per cercare di fargli cambiare idea è proprio la nostra protagonista dai capelli bianchi come la luna… Forse Gwen potrebbe convincere l’Alfa, secondo Chase lei ha sempre avuto un ascendente su certe persone e tanto parlargli non costa nulla no? Inizialmente Gwen non è molto convinta ma ripensandoci decide di dare ascolto a suo fratello e poi proprio in quel momento si presenta la situazione perfetta… Un matrimonio a villa Arden! Un’ottima occasione per presentarsi agli Arden e soprattutto all’Alfa dato che sono due mesi da quando sono in California che quest’ultimo vuole incontrare Gwen ma lei non ne ha voluto sapere. Prima o poi avrebbe dovuto presentarsi, quindi perché non ora? Poi ammettiamolo, ad un matrimonio puoi farti notare ma puoi passare anche tranquillamente inosservata dato la grande quantità di invitati! Sta andando tutto bene fino a quando l’Alfa di Los Angeles, uno dei più giovani Alfa in assoluto incontra lo sguardo di Gwen, quest’ultima rimane sbalordita dalla bellezza di Christian Arden, beh come quasi tutto il genere femminile invitato al matrimonio in effetti! Ma Gwen nonostante quel pensiero non vede comunque l’ora di presentarsi velocemente a Christian per tornare finalmente a casa e non pensarci più ma… Diciamo che le cose prenderanno una piega del tutto inaspettata. Soprattutto quando l’affascinante Christian Arden trova qualsiasi pretesto per avvicinare la nostra protagonista e cercare di conoscerla ancora meglio e cosa potrebbe succedere se… Addirittura Gwen si trovasse sotto lo stesso tetto di Christian? Beh lettori vi ho già svelato fin troppo e l’unica cosa che potete fare è correre a leggere questo romanzo e immergervi in questa bellissima storia! Tra licantropi, amore, paura, ansia, potere, colpi di scena, rivelazioni, suspance e passione prende vita “Bacio di Fuoco!

Questo secondo romanzo è stato veramente sensazionale, nonostante in questo periodo sia stata super impegnata a causa dello studio ho letto “Bacio di Fuoco” in pochissimo tempo! Prima di tutto Ilaria Varese scrive in un modo così scorrevole che è praticamente impossibile staccare gli occhi dal libro, soprattutto poi se la storia è così incalzante! Immaginate che una sera l’ho letto fino alle quattro di notte ma ero davvero troppo curiosa per andare a dormire.

“Luna d’Inverno”, il primo romanzo, è l’inizio di tutto: conosciamo i vari personaggi, le loro vite, le loro storie, tutto ciò che è collegato al branco e cosa significhi essere dei licantropi di sangue puro ma soprattutto conosciamo cosa significhi “non essere-un licantropo” dato che Gwen non ha mai subito la sua prima trasformazione. Si reputa “difettosa” né troppo umana ma nemmeno troppo lupa e ciò le ha sempre fatto male. Gwen ci sembra sin dall’inizio una giovane ragazza forte e determinata ma questa cosa non l’ha mai superata, è sempre stato un colpo per lei. In “Bacio di Fuoco” vedremo una Gwen diversa perché s’inizierà a notare che forse quest’ultima non è come sembra… C’è qualcosa in lei. Qualcosa di strano, particolare, misterioso e potente. Molto potente… Tutto partito da quando alla fine del primo volume Gwen riesce a stabilire un link con Maurice (l’alfa di Lebanon) ossia un collegamento metapsichico che solo pochissimi lupi in tutta America riescono a sperimentare e lei sembrerebbe l’unica donna a riuscirci…

“Bacio di Fuoco” a differenza del primo volume è incentrato molto di più sui sentimenti, sulla passione e sulle relazioni quindi è decisamente molto più romance. Cosa che ho apprezzato tantissimo dato che praticamente i miei due generi letterari preferiti: il fantasy e il romance si sono uniti! Nel corso del romanzo infatti ci sono state un sacco di scene bellissime che mi hanno decisamente lasciato con gli occhi a cuoricino senza dimenticare il fatto che la Varese è bravissima anche ad inserire dialoghi e scene divertenti che vi faranno sicuramente ridere e sorridere!

 

“L’importante non è essere simili, Gwen, ma complementari.”

Per quanto riguarda i personaggi vi devo svelare che nel secondo volume compaiono un sacco di nuovi personaggi che hanno dato un tocco in più alla storia e che saranno sicuramente approfonditi nel prossimo romanzo. Intanto, in Bacio, ci sono tanti altri personaggi che invece non vediamo molto e che spero di incontrare nel prossimo romanzo come ad esempio Maurice, che mi sembra un personaggio molto interessante e altri personaggi che in questo libro non sono presenti. Nel corso di Bacio, vedrete anche un Chase diverso da “Luna d’Inverno”… Un ragazzo che ha dovuto essere la roccia di Gwen ma che adesso si trova anche lui in preda a momenti di fragilità e ciò lo porterà ad assumere anche comportamenti diversi dal solito. Un personaggio che, come avrete già capito, ha un ruolo maggiore in Bacio è l’irresistibile Christian Arden: due occhi color oceano da far girare la testa, capelli dorati e un fisico da lasciare senza fiato senza contare il fatto che ha dei modi di fare veramente affascinanti!

In questo libro Gwen si ritroverà scagliata brutalmente a qualche mese prima perché riceverà una telefonata che la sconvolgerà tantissimo ma… Che non potrà accennare ad assolutamente nessuno perché in caso contrario le conseguenze sarebbero davvero gravi. Quindi dovrà contare solo su stessa e sulla sua forza.

“Bacio di Fuoco” nonostante sia un romanzo di “passaggio” è un libro in cui succedono tante cose e dove si gettano le fondamenta per ciò che accadrà successivamente in “Croce d’Argento”. La scrittrice a fine primo volume ci lascia già con tanti punti interrogativi e leggendo il secondo le domande aumentano sempre di più così come anche i dubbi, rendendo la trama sempre più fitta e intrigante. Quello che intendo è che sia Luna che Bacio mi sembrano un’anteprima a tutto ciò che dovrà ancora accadere, qualcosa che sarà sicuramente esplosivo. Il finale infatti si interrompe proprio nel bel mezzo della storia già avviata lasciandoci con la curiosità a mille. Se “Luna d’Inverno” e “Bacio di Fuoco” mi hanno fatto impazzire e sclerare come se fossi un licantropo vicino al “Winter Fè” non oso immaginare cosa succederà quando leggerò il terzo volume di questa saga!

Assolutamente consigliato!

Voto: 4,75/5

Fede 😊

P.S. Ma quanto sono belle le cover della “Winter Fè Saga”?

Precedente Recensione: Heartstopper di Alice Oseman Successivo Recensione: La vera storia dei Peaky Blinders di Carl Chinn