Recensione: Love was not in my plans di Serena Agrusa

Buongiorno lettori! Oggi vi voglio parlare di “Love was not in my plans” dell’autrice Serena Agrusa che è stata così gentile da mandarmi una copia del suo romanzo, grazie ancora!

Titolo: Love was not in my plans
Autore: Serena Agrusa
Editore: Europa edizioni
Pubblicazione: Febbraio 2018
Pagine: 228
Genere: Young Adult / Romance
Prezzo: 14,90

Trama: Se state tergiversando, incerti se portarvi a casa questo libro oppure no, se state cercando di capirne qualcosa leggendo la quarta di copertina, se vi serve un incentivo… sappiate solo che innamorarsi sarà inevitabile. Potreste innamorarvi perdutamente di Nastia, oppure di sua sorella Cleo, potreste innamorarvi di Brian e quindi capire il motivo per cui Tess non riesce a lasciarlo andare, potreste innamorarvi della sensazione che si prova quando ci si trova in equilibrio perfetto sulla trave, mentre si prepara l’esercizio che può portare ai campionati mondiali di ginnastica, ecco… ci si può innamorare di una di queste cose, oppure di tutte insieme, molto più probabile. Per questo abbiamo ritenuto utile avvisarvi, nel caso in cui foste incerti sul significato del titolo, anche per darvi un’indicazione importante: se l’amore non è nei vostri piani, allora questo romanzo potrebbe essere inadatto a voi. Sempre ammesso che esista un momento sbagliato per innamorarsi…

L’autrice: Serena Agrusa è nata a Siracusa nel 1992 e si è trasferita a Milano all’età di 19 anni. È diplomata al liceo linguistico, e ora è laureanda presso la facoltà di Giurisprudenza all’università Cattolica del Sacro Cuore. Love was not in my plans è la sua prima pubblicazione per Europa Edizioni.

Recensione: Il romanzo parla di Nastia, una giovane ragazza, forte e determinata e della sua passione più grande ovvero la ginnastica artistica. Nastia a inizio libro si sente un po’ scoraggiata, perché ai campionati mondiali è arrivata seconda solo per 0,20 in meno rispetto alla ginnasta che ha vinto l’oro ed essendo anch’io una ginnasta la capisco perfettamente. Quante volte durante una gara per poco, davvero poco, non raggiungi il tuo traguardo e quindi ti appunti che la prossima volta devi essere più concentrata, più determinata, più fluida nei movimenti, più forte della scorsa volta. Nastia però ha una grande determinazione, quindi quest’anno vuole vincere a tutti i costi e niente e nessuno glielo impedirà quindi niente sbagli ma soprattutto niente distrazioni. Ma quando uno sbaglio non è opera sua? Purtroppo Nastia proprio mentre ritornava a casa dalla palestra viene investita da un auto che sfrecciava a tutta velocità fra le strade neyworkesi e questo incidente metterà a rischio la sua carriera da ginnasta ma nonostante questo lei vuole continuare ad allenarsi e a migliorare perché la ginnastica artistica, le gare, i movimenti, il magnesio, l’entrata in pedana ma soprattutto il momento in cui spicca il volo per realizzare un salto perfetto e ciò che la fa sentire più viva. Vi innamorerete della passione che ha Nastia per il suo sport o di Cloe, sorella di Nastia, anche lei una ginnasta. Purtroppo lo sport le ha separate perché Cloe è una farfalla della Ritmica Italiana e quindi abita a Roma. Ma soprattutto vi innamorerete di Brian, colui che scatena milioni di farfalle nello stomaco di Nastia, le farà sentire emozioni mai provate prima ed è qualcosa che la coglierà completamente alla sprovvista, perché l’amore non era nei piani di Nastia ma…è bene ricordare una cosa: l’amore arriva quando meno te lo aspetti!

«Ma lei non è te. Tu non devi competere con lei perché ho capito di desiderarti più di ogni altra cosa al mondo quel giorno sulla spiaggia. È stata la prima volta che ti ho vista. È stato il momento in cui hai rapito il mio cuore.»

Ho letto questo romanzo in pochi giorni, lo stile è fluido e scorrevole e le descrizioni sono scritte in maniera impeccabile perché non è affatto facile descrivere dei movimenti di ginnastica o danza. Nel romanzo troviamo vari punti di vista ed è una cosa che mi è piaciuta particolarmente perché sono riuscita a capire meglio le emozioni e le sensazioni dei personaggi.

Voto: 4/5

Allora lettori vi ho incuriosito abbastanza?
Baci, Fede 😊

Precedente Segnalazione: Non giurare sulla luna di Chiara Rametta Successivo Recensione: Remember me di Marzia Stivala

2 commenti su “Recensione: Love was not in my plans di Serena Agrusa

  1. Ho letto anche io questo libro il mese scorso, ho adorato l’evidente passione per la ginnastica, le descrizioni minuziosi e l’amore inaspettato per Brian!

I commenti sono chiusi.