Recensione: Remember me di Marzia Stivala

Buongiorno lettori! Questa mattina vi voglio parlare di “Remember me” romanzo d’esordio della giovane Marzia Stivala.

Titolo: Remember me
Autrice: Marzia Stivala
Editore: Youcanprit
Genere: Romance
Pubblicazione: luglio 2018
Formato: Cartaceo / digitale
Pagine: 304
Prezzo: 16,00 / 4,99

Trama: Mya Parker è una ragazza che soffre di anoressia nervosa, costantemente ossessionata dal numero della bilancia. Ha un sogno nel cassetto: diventare una famosa scrittrice. Sua madre, però, dopo il suicidio della sorella maggiore, Madison, sviluppa un attaccamento morboso nei suoi confronti e vuole che Mya prosegua la sua carriera universitaria senza distrazioni di nessun tipo. Nonostante ciò, Mya riesce ad entrare in un corso di scrittura grazie all’aiuto economico da parte del padre, dove incontrerà un ragazzo misterioso che si fa chiamare ‘Asso’. L’incontro non è casuale, infatti lui non è chi dice di essere, lui è il diavolo travestito da angelo, che la catapulterà nei meandri dell’abisso più profondo. Quanto può durare un gioco così pericoloso, quando una pedina già combatte tra la vita e la morte?

Recensione: Questo libro mi ha rapita, la storia, i personaggi, l’ambientazione, tutto. Il romanzo parla di Mya una giovane ventenne dai meravigliosi occhi verdi che soffre di anoressia nervosa sia a causa di eventi che le sono capitati da bambina e successivamente anche a causa della morte di sua sorella Madison. Si ricorda a memoria tutte le calorie del cibo, vuole dimagrire costantemente perché ha paura di ingrassare ed è ossessionata dal numero della bilancia. Mya però ha un sogno, vuole diventare una scrittrice di successo perché scrivere è il suo modo di sentirsi libera, di sfogarsi e di evadere dalla realtà. Proprio per questo, chiederà a sua madre di frequentare un corso di scrittura che permetterà al migliore di pubblicare il proprio libro con una famosa casa editrice ma sua madre non ne vuole sapere affatto di questa storia, vuole solo che si concentri sulla sua carriera universitaria. Per fortuna, suo padre, che gli ha sempre detto di seguire i suoi sogni e che ama la scrittura come lei l’aiuterà economicamente e manterrà il suo segreto. Un giorno, quando Mya sta per aprire la porta della sua libreria preferita un ragazzo uscendo si scontrerà (dico davvero!) con lei, appena lui alza lo sguardo Mya viene catturata dai magnetici occhi blu del misterioso ragazzo e non riesce a scordarli per parecchio tempo… Poco tempo dopo, Mya, entrando in un aula il primo giorno del corso chi si troverà anche lì come lei? Lui. Ma lui chi è? Chi è quel ragazzo? Quel ragazzo è Asso, colui che è sfuggito alla morte, colui che ha l’adrenalina in circolo nelle vene e non ne può fare a meno ma soprattutto colui che si prende tutto. Tutto. Quello. Che. Vuole. Per lui la vita è stare sull’orlo del precipizio, è scappare, correre a più non posso, è la voglia di urlare, di spaccare tutto e di sentirsi libero. Cosa succederà a queste due anime? Lui chi è davvero? Ma soprattutto cosa potrà succedere?

«La vita, Mya, è stare sull’orlo di un precipizio, e saper fare l’equilibrista tra una realtà e l’altra, non ti puoi permettere di cadere mai, ma se c’è un’altra persona a tenerti la mano e a reggerti in equilibrio, puoi anche di guardare le stelle. È questa la vita. Finché sarai sola contro il mondo, non riuscirai a vedere le cose belle. Ma se ti lascerai aiutare, potrai imparare a sognare. Il mondo non è un luogo così macabro. Hai una famiglia che ti ama, che ti supporta meglio che può. E hai me. Ora. E fin quando me lo permetterai.»

Questo romanzo è stato una scoperta. Parla di un tema molto delicato e la scrittrice ha saputo gestirlo in modo impeccabile. I personaggi sono stati tutti caratterizzati perfettamente da Mya e Asso a Vanessa e Ethan e anche i genitori della nostra protagonista. Tutti quanti mi hanno lasciato qualcosa. Lo stile della scrittrice ti trasporta nel romanzo e ti fa vivere fra le pagine del libro infatti ho finito il romanzo in due giorni! Poi Asso…diciamo che io ho a prescindere un debole per la combo capelli scuri e occhi chiari poi se ci mettiamo di mezzo il fatto che è anche un artista per me era inevitabile innamorarmi del suo personaggio. Il finale mi ha lasciato completamente senza parole. Era da tempo che non leggevo un romance che mi appassionasse così tanto e faccio i miei complimenti più sinceri alla scrittrice. Questo romanzo è una piccola perla e consiglio a tutti di leggerlo!

Voto: 5/5

Allora lettori cosa ne dite? Vi ispira la trama?
Alla prossima, Fede 😊

Precedente Recensione: Love was not in my plans di Serena Agrusa Successivo Segnalazione: Il colore del caos di Giovanna Roma